Ogni giorno è con te

21 Maggio, Martedì
Login

Casi&Pareri

Indietro

Vaccinazioni obbligatorie e famiglie inadempienti: come gestire il reinserimento di un alunno immunodepresso...

 15/03/2019
 Alunni, alunni portatori di handicap
 
Alunni/salute: vaccinazioni obbligatorie

#classe #rischio #regolarizzare #ospedale #midollo #leucemia #reinserimento #pediatria #trapianto #prerogativa
Domanda
Un alunno di classe 4^ primaria ha subito, a causa di una leucemia, un trapianto di midollo e pesanti cure immunosoppressive. E’ rimasto a casa oltre due anni, usufruendo dell’istruzione domiciliare.
Oggi la madre ha comunicato che il bambino potrà rientrare a scuola tra 10 giorni, e ha presentato un certificato medico rilasciato dallo specialista dell’UO di pediatria dell’ospedale che riporta quanto segue: “si certifica che [nome alunno] è in condizioni di severa immunodepressione e non può essere sottoposto a pratiche vaccinali per i prossimi 24 mesi. La particolare condizione clinica in cui versa [nome alunno] lo pone ad elevato rischio infettivo. Si raccomanda pertanto che i contatti siano stati sottoposti a regolari vaccinazioni per ridurre il rischio di trasmissione di malattie potenzialmente severe”.
Nella classe in cui il bambino è inserito ci sono 5 alunni non in regola con gli obblighi vaccinali; nelle due classi parallele ne sono presenti 3 in ciascuna. Le classi vennero formate nell’anno scolastico 2015/16, quindi in epoca precedente alla legge sugli obblighi vaccinali.
Si chiede quali azioni possa mettere in campo il dirigente per il reinserimento dell’alunno, avendo cura di:
a) tutelare la salute e il diritto allo studio del bambino;
b) non ledere i diritti degli altri.
Si chiede inoltre quali poteri possa avere il dirigente rispetto a:
1) obbligare i genitori dei bambini non vaccinati a regolarizzare la posizione (credo che il potere del dirigente sia pari a zero);
2) spostare in altra classe i bambini non vaccinati per creare l’ambiente protetto che la madre pretende in maniera categorica, forte del certificato rilasciato dall’ospedale.
Purtroppo la scuola si trova in terra di “no-vax” e si hanno fondati motivi per ritenere che i genitori dei bambini non in regola non accetteranno di regolarizzarsi. Come pure non accetteranno lo spostamento in altra classe, sia perché da un punto di vista didattico è facilmente contestabile (siamo a due mesi dalla fine della scuola di una classe 4^) sia perché molto facilmente la notizia farebbe il giro del paese, di piccole dimensioni, con conseguente rischio di “fuga” di dati sensibili (bambini spostati=bambini non vaccinati) e accusa di discriminazione.
Ogni altra soluzione ipotizzata, quale ad esempio la divisione della classe in due gruppi, utilizzando un docente di potenziamento, non sembra essere praticabile, perché anche in questo caso sarebbe contestata dai genitori, in quanto parte dei bambini rimarrebbero con l’insegnante che li segue dalla prima, parte verrebbero affidati ad insegnante precaria. La questione peraltro non si esaurirebbe con la fine dell’anno scolastico, ma si ripresenterebbe anche in classe quinta.
©2002-2019 Italiascuola.it s.r.l., Via Bernini 22/A - 43100 Parma tel +39 0521 299350 fax +39 0521 952340 - e-mail info@italiascuola.it - P.I. 06851861002 Testata giornalistica (Reg. al Trib. di Roma n. 120/2002 del 27 marzo 2002) ISSN 2465-2504.
Direttore responsabile: Ruggero Cornini. Ente accreditato per la formazione del personale della scuola con Decreto MIUR del 10-07-2009
Sede legale
Viale del Policlinico n. 129/A Roma (RM) - Iscritta al Registro Imprese di: ROMA C.F. e numero iscrizione: 06851861002 Iscritta al R.E.A. di ROMA al n.994736 Capitale Sociale sottoscritto: 100.000 Interamente versato Partita IVA: 06851861002
  Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

Gentile utente, se vede questo messaggio è possibile che ci sia un problema con l’account che sta utilizzando per accedere a Italiascuola.it.

Per verificare che abbiate un utente abilitato, cliccate sul vostro nome in alto a destra. L'account abilitato sul quale cliccare presenterà l'icona "ITLS" sulla sinistra.

Se siete abbonati ai servizi telematici di Italiascuola.it, la prima volta che accedete al nuovo sito dovete inserire le vostre vecchie credenziali (username e password) e seguire la procedura di conferma dati. Troverete le istruzioni utili per eseguire l’autenticazione qui. Se avete già effettuato il primo accesso al nuovo sito e non riuscite più a entrare, oppure se non siete abbonati e volete scoprire come si fa, scriveteci pure a info@italiascuola.it e vi aiuteremo. Grazie!