Ogni giorno è con te

27 Novembre, Venerdì
Login

Casi&Pareri

Indietro

Uno studente si presenta a scuola esibendo simboli contrari ai principi costituzionali: come procedere?

 11/11/2020
 Alunni, alunni portatori di handicap
 
Alunni/disciplina: sanzioni disciplinari

#simbolo #reclusione #ideologia #istigare #svastica #crimine #violenza #propaganda #pensiero #apologia
Domanda
Gentilissimi,
sono dirigente di un istituto xxxx. In una delle classi del mio istituto si sta creando una situazione delicata che vorrei affrontare con correttezza.
Un alunno di classe xxxx, già maggiorenne, si è presentato a scuola esibendo un xxxxxxx con svastica, generando lo sconcerto dei compagni e dei docenti. L'ho convocato spiegando lui che tale simbolo, in quanto chiaro riferimento ad un'ideologia ben precisa e contraria ai principi costituzionali cui la scuola si ispira, non può essere portato a scuola. Lo studente ha recriminato il suo diritto alla libertà di espressione, ma non l'ha più indossata. Uno dei genutori xxxxxxxxx mi ha scritto, con alcune precisazioni. In primo luogo che la famiglia condivide il pensiero del figlio e che la mia richiesta doveva essere supportata dal regolamento di istituto che deve prevedere il divieto di esposizioni di simboli politici, oltre ad un errato riferimento al fatto che la svastica sarebbe simbolo religioso xxxxxxxxxxxxxxxx.
Ora lo studente si presenta a scuola indossando magliette che riportano scritte che hanno un chiaro riferimento a ideologie razziste "xxxxxxxxxx", "xxxxxxxxxx" o altre simbologie con chiaro riferimento allo sterminio degli Ebrei.
La mia domanda è se sia corretto inserire nel regolamento di istituto il divieto di esposizione di scritte e simboli con riferimento a ideologie che professano disvalori in contrasto con la Costituzione e quindi vietare l'esposizione di tali vessilli, prevedendo una sanzione disciplinare.
............ ha sottolineato che tali orpelli non si configurano come apologia del fascismo e mi pare vivamente intenzionato a contrastare le azioni che la scuola metterà in atto, con chiaro intento provocatorio. Credo non sia facile sostenere che l'intento dello studente sia la ricostituzione di un movimento , ma sicuramente l'intento esplicito è quello di fare propaganda in tal senso. Ma qual è il confine tra propaganda ed espressione di un pensiero, considerato che questo studente non esplicita verbalmente il suo pensiero.
Che cosa la scuola può correttamente mettere in campo e quali riferimenti normativi, oltre alla Costituzione possono essere posti a supporto delle azioni intraprese, oltre ad una riflessione sugli eventi storici e sui principi costituzionali?

Ringraziando porgo distinti saluti
©2002-2020 Italiascuola.it s.r.l., Via Bernini 22/A - 43100 Parma - e-mail info@italiascuola.it - P.I. 06851861002 Testata giornalistica (Reg. al Trib. di Roma n. 120/2002 del 27 marzo 2002) ISSN 2465-2504.
Direttore responsabile: Ruggero Cornini. Ente accreditato per la formazione del personale della scuola con Decreto MIUR del 10-07-2009
Sede legale
Viale del Policlinico n. 129/A Roma (RM) - Iscritta al Registro Imprese di: ROMA C.F. e numero iscrizione: 06851861002 Iscritta al R.E.A. di ROMA al n.994736 Capitale Sociale sottoscritto: 100.000 Interamente versato Partita IVA: 06851861002
  Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

Gentile utente, se vede questo messaggio è possibile che ci sia un problema con l’account che sta utilizzando per accedere a Italiascuola.it.

Per verificare che abbiate un utente abilitato, cliccate sul vostro nome in alto a destra. L'account abilitato sul quale cliccare presenterà l'icona "ITLS" sulla sinistra.

Se siete abbonati ai servizi telematici di Italiascuola.it, la prima volta che accedete al nuovo sito dovete inserire le vostre vecchie credenziali (username e password) e seguire la procedura di conferma dati. Troverete le istruzioni utili per eseguire l’autenticazione qui. Se avete già effettuato il primo accesso al nuovo sito e non riuscite più a entrare, oppure se non siete abbonati e volete scoprire come si fa, scriveteci pure a info@italiascuola.it e vi aiuteremo. Grazie!