Ogni giorno è con te

5 Agosto, Giovedì
Login

Casi&Pareri

Indietro

Una famiglia segnala il comportamento scorretto di un docente durante una videolezione: l'eventuale registrazione può essere utilizzata?

 16/07/2021
 Personale docente
 
Personale: procedimenti disciplinari

#registrazione #videolezione #audizione #conversazione #testimonianza #incolpare #audio #video #pen #difesa
Domanda
Una famiglia ha segnalato un comportamento scorretto di un docente durante una videolezione. Sulla base di questa segnalazione, il dirigente scolastico ha avviato un procedimento disciplinare, raccogliendo contestualmente altre testimonianze fra gli studenti della classe presenti alla videolezione.
Il dirigente scolastico ha motivo di credere che la famiglia sia in possesso di una registrazione delle videolezione, ma non esistono dichiarazioni ufficiali in merito.

Si chiede se il dirigente scolastico sia legittimato a richiedere ed utilizzare la registrazione nell'ambito dell'istruttoria.
In particolare:
1) se la famiglia consegna al dirigente la registrazione, commette un illecito? Si considera "diffusione"? O si considera finalità di difesa di un diritto (come potrebbe essere di fronte ad un giudice del lavoro)?
2) se il dirigente dovesse entrare in possesso della registrazione, potrebbe utilizzarla nella fase istruttoria (l'audizione non si è ancora svolta)?
3) se il dirigente dovesse entrare in possesso della registrazione, dovrebbe darne comunicazione al docente, in caso di accesso agli atti?
4) poiché il docente ha già ottenuto l'accesso agli atti (ovvero le segnalazioni della prima famiglia e di altri studenti), se il dirigente dovesse ricevere la registrazione (o eventuali altre testimonianze), dovrebbe darne automaticamente comunicazione al docente? O dovrebbe farlo solo in caso di ulteriore accesso agli atti?
5) se la linea difensiva del docente fosse di negare il fatto contestato, potrebbe il dirigente decidere di irrogare la sanzione solo sulla base delle testimonianze raccolte? In caso di ricorso al giudice del lavoro, come potrebbe il dirigente difendere la propria scelta di dare credito alle famiglie piuttosto che al docente?

Infine si pone una domanda più generale. Dalle risposte date da ITALIASCUOLA a vari quesiti, si evince che l'audizione a difesa non preveda un vero e proprio confronto da il dirigente e il lavoratore. Come si motiva tale interpretazione, quando il DLgs 165/2001 parla proprio di "audizione in contraddittorio a sua difesa"?

Si ringrazia per l'attenzione.
©2002-2021 Italiascuola.it s.r.l., Via Bernini 22/A - 43100 Parma - e-mail info@italiascuola.it - P.I. 06851861002 Testata giornalistica (Reg. al Trib. di Roma n. 120/2002 del 27 marzo 2002) ISSN 2465-2504.
Direttore responsabile: Ruggero Cornini. Ente accreditato per la formazione del personale della scuola con Decreto MIUR del 10-07-2009
Sede legale
Viale del Policlinico n. 129/A Roma (RM) - Iscritta al Registro Imprese di: ROMA C.F. e numero iscrizione: 06851861002 Iscritta al R.E.A. di ROMA al n.994736 Capitale Sociale sottoscritto: 100.000 Interamente versato Partita IVA: 06851861002
  Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

Gentile utente, se vede questo messaggio è possibile che ci sia un problema con l’account che sta utilizzando per accedere a Italiascuola.it.

Per verificare che abbiate un utente abilitato, cliccate sul vostro nome in alto a destra. L'account abilitato sul quale cliccare presenterà l'icona "ITLS" sulla sinistra.

Se siete abbonati ai servizi telematici di Italiascuola.it, la prima volta che accedete al nuovo sito dovete inserire le vostre vecchie credenziali (username e password) e seguire la procedura di conferma dati. Troverete le istruzioni utili per eseguire l’autenticazione qui. Se avete già effettuato il primo accesso al nuovo sito e non riuscite più a entrare, oppure se non siete abbonati e volete scoprire come si fa, scriveteci pure a info@italiascuola.it e vi aiuteremo. Grazie!