Ogni giorno è con te

8 Dicembre, Mercoledì
Login

Casi&Pareri

Indietro

Una docente rifiuta di prendere in carico l'alunno fuori dal cancello della scuola (modalità concordata tra scuola, famiglia e il medico)...

 09/11/2021
 Personale docente
 
Alunni/vigilanza: comportamento alunni problematici/con handicap/con disturbi psichici

#cancello #accoglienza #strategia #braccio #sostegno #ingresso #indisponibilità #bambino #madre #uscire
Domanda
Gentili,
si chiede supporto rispetto a questa situazione. Docente di sostegno, di ruolo assegnata ad un caso molto impegnativo per 22 ore settimanali, alunno di prima elementare. Dopo il primo mese di scuola e molte assenze, la famiglia ammette di avere delle difficoltà di gestione. E' stato organizzato un incontro scuola-famiglia e Neuropsichiatria durante il quale è stata concordata quale strategia per ridurre il comportamento - problema che l'insegnante di sostegno o l'educatore presenti alla prima ora escano fuori dal cancello e prendano dalle braccia della madre il bambino per rendere più veloce possibile il momento del distacco e l'accesso a scuola.
La docente di sostegno dichiara a voce l'indisponibilità a varcare il cancello della scuola in quanto sostiene non essere coperta dall'assicurazione scolastica e comunque non di sua competenza "in quanto il contratto non lo prevede!" (cit.test).
Si chiede se il dirigente deve fare un ordine di servizio alla maestra in questione per autorizzare l'uscita al di fuori del cancello per prendere in carico il bambino (e in questo caso se si può un modello o i riferimenti normativi) o è implicito nelle competenze del docente che è in servizio l'accoglienza dell'alunno in questa particolare situazione inserendo nel PEI questa strategia di accoglienza. Sarebbe meglio far entrare la mamma con l'auto nel cortile della scuola? Si precisa che l'ingresso dell'alunno avviene circa 40/50 minuti dopo l'ingresso di tutti gli altri bambini su esplicita richiesta della madre.
Si chiede infine rispetto alla continua indisponibilità della docente di trovare soluzioni o strategie accoglienti in questa particolare situazione se il dirigente può rilevare un profilo disciplinare.
Ringraziando per quanto potrete indicare, cordiali saluti.

©2002-2021 Italiascuola.it s.r.l., Via Bernini 22/A - 43100 Parma - e-mail info@italiascuola.it - P.I. 06851861002 Testata giornalistica (Reg. al Trib. di Roma n. 120/2002 del 27 marzo 2002) ISSN 2465-2504.
Direttore responsabile: Ruggero Cornini. Ente accreditato per la formazione del personale della scuola con Decreto MIUR del 10-07-2009
Sede legale
Viale del Policlinico n. 129/A Roma (RM) - Iscritta al Registro Imprese di: ROMA C.F. e numero iscrizione: 06851861002 Iscritta al R.E.A. di ROMA al n.994736 Capitale Sociale sottoscritto: 100.000 Interamente versato Partita IVA: 06851861002
  Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

Gentile utente, se vede questo messaggio è possibile che ci sia un problema con l’account che sta utilizzando per accedere a Italiascuola.it.

Per verificare che abbiate un utente abilitato, cliccate sul vostro nome in alto a destra. L'account abilitato sul quale cliccare presenterà l'icona "ITLS" sulla sinistra.

Se siete abbonati ai servizi telematici di Italiascuola.it, la prima volta che accedete al nuovo sito dovete inserire le vostre vecchie credenziali (username e password) e seguire la procedura di conferma dati. Troverete le istruzioni utili per eseguire l’autenticazione qui. Se avete già effettuato il primo accesso al nuovo sito e non riuscite più a entrare, oppure se non siete abbonati e volete scoprire come si fa, scriveteci pure a info@italiascuola.it e vi aiuteremo. Grazie!