Ogni giorno è con te

2 Dicembre, Venerdì
Login

Casi&Pareri

Indietro

Bonus docenti: le RSU sostengono che debba essere convogliato nel FIS senza discrezionalità di decisione da parte del DS...

 15/11/2022
 Relazioni sindacali, contenzioso
 
Personale/docenti: compensi

#bonus #fis #referendum #legge #budgetbonus #smantellata #docente #valorizzazione #rsu #contrattazione
Domanda
Quesito: Bonus-valorizzazione docenti

Anche nel corrente anno, con il rinnovo triennale delle RSU, i Rappresentanti delle sigle sindacali esterne insistono nell’affermare che la legge 107 è stata “smantellata” e che è necessario far convogliare tutto il bonus Docenti nel FIS, individuando quelle voci che, negli anni precedenti, non sono state ricomprese. Fanno riferimento alla Legge n. 160/2019, ovvero ... alle somme di pertinenza del personale ATA si aggiunge la quota parte da destinare al personale ATA del budget del bonus, art 1 commi 126-129, della legge 13 luglio 2015 n. 107, nel rispetto dell’art. 1, comma 249 della legge 160/2019, che prevede: “Le risorse iscritte nel fondo di cui all’articolo 1, comma 126, della legge 13 luglio 2015, n. 107, già confluite nel fondo per il miglioramento dell’offerta formativa, sono utilizzate dalla contrattazione integrativa in favore del personale scolastico, senza ulteriore vincolo di destinazione”...

Il Dirigente ha già contrattato con la RSU le fasce di ripartizione/criteri generali delle risorse
tra docenti, nonché la % di ripartizione delle risorse tra Docenti e ATA, ha fatto altresì
presente che, nel precedente anno scolastico per cercare una mediazione, ha condiviso con la
RSU i criteri individuati dal Comitato di valorizzazione Docenti inserendoli nella contrattazione e apportando ai medesimi aggiustamenti, come richiesti dall’assemblea dei Docenti che l’RSU aveva indetto.
Quest’anno la RSU esterna non accetta mediazioni, sono fermi sulla loro posizione ovvero
“tutto nel FIS, non ci deve essere discrezionalità da parte del Dirigente e i docenti non devono
compilare alcun modulo per ricevere la premialità”, vogliono indire un REFERENDUM perché “siano i docenti a decidere”.
Chiedo gentilmente qual è il funzionamento del REFERENDUM e quali argomentazioni a mio
favore posso portare nel successivo tavolo di contrattazione.
©2002-2022 Italiascuola.it s.r.l., Via Bernini 22/A - 43100 Parma - e-mail info@italiascuola.it - P.I. 06851861002 Testata giornalistica (Reg. al Trib. di Roma n. 120/2002 del 27 marzo 2002) ISSN 2465-2504.
Direttore responsabile: Ruggero Cornini. Ente accreditato per la formazione del personale della scuola con Decreto MIUR del 10-07-2009
Sede legale
Viale del Policlinico n. 129/A Roma (RM) - Iscritta al Registro Imprese di: ROMA C.F. e numero iscrizione: 06851861002 Iscritta al R.E.A. di ROMA al n.994736 Capitale Sociale sottoscritto: 100.000 Interamente versato Partita IVA: 06851861002

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella COOKIE POLICY.

Gentile utente, se vede questo messaggio è possibile che ci sia un problema con l’account che sta utilizzando per accedere a Italiascuola.it.

Per verificare che abbiate un utente abilitato, cliccate sul vostro nome in alto a destra. L'account abilitato sul quale cliccare presenterà l'icona "ITLS" sulla sinistra.

Se siete abbonati ai servizi telematici di Italiascuola.it, la prima volta che accedete al nuovo sito dovete inserire le vostre vecchie credenziali (username e password) e seguire la procedura di conferma dati. Troverete le istruzioni utili per eseguire l’autenticazione qui. Se avete già effettuato il primo accesso al nuovo sito e non riuscite più a entrare, oppure se non siete abbonati e volete scoprire come si fa, scriveteci pure a info@italiascuola.it e vi aiuteremo. Grazie!