Ogni giorno è con te

27 Gennaio, Venerdì
Login

Casi&Pareri

Indietro

Supplenze e completamento orario per il personale ATA: è possibile frazionare un posto intero?

 23/01/2023
 Personale a.t.a.
 
Personale/ATA: supplenze

#completamento #posto #frazionamento #supplenza #spezzone #frazionare #orario #personale #convocare #brevi
Domanda
Gentilissima Italiascuola, la presente per richiedere il vostro autorevole parere in merito alla seguente questione.

Recentemente, abbiamo convocato per la copertura di un posto (profilo collaboratore scolastico), per 36 ore settimanali fino al termine delle lezioni, resosi disponibile a seguito di dimissioni volontarie dal 1° gennaio 2023 del supplente che aveva originariamente accettato contratto proposto dall’ATP di riferimento, per 36 ore settimanali fino al termine delle attività didattiche.
Un aspirante convocato, titolare di contratto di lavoro fino al termine delle attività didattiche per 18 ore settimanali presso altro istituto scolastico situato in comune vicino, pretende che il posto venga frazionato invocando il diritto al completamento di orario.
Atteso che, per il personale A.T.A., diversamente da quanto accade per il personale docente, né il regolamento supplenze (D.M. 430/00), né l’annuale circolare supplenze, né il CCNL, recano indicazioni chiare e precise a riguardo, e che in essi non si ritrova comunque alcun riferimento esplicito alla possibilità di frazionamento di un posto intero, dalla loro lettura combinata sembrerebbe ragionevole ritenere il diritto al completamento di orario operante solo in sede di assegnazione di supplenze annuali (31/08) o fino al termine delle attività didattiche (30/6) e non anche in sede di assegnazione di supplenze cd “brevi” per la sostituzione del personale temporaneamente assente o per la copertura di posti resisi disponibili dopo il 31/12, come nel caso di specie;
Laddove la deduzione precedente fosse corretta, l’aspirante in questione non andava convocato?
Laddove invece fosse errata, per garantire il “diritto al completamento di orario”, siamo obbligati a frazionare il posto intero a 36 ore settimanali, stravolgendo, in ragione dell’orario svolto dall’aspirante presso l’istituto di appartenenza, l’organizzazione del servizio sancita nel piano di lavoro vigente? O il frazionamento del posto è una possibilità subordinata ad esempio alle esigenze di servizio dell’amministrazione scolastica?
La sentenza della Corte di Cassazione - Lavoro - Sentenza 13/10/2017, n. 24214, con riferimento al personale docente, ha sancito che il completamento dell'orario da parte del supplente non è un diritto potestativo ovvero incondizionato, ma va invece esercitato “nell'ambito delle disponibilità che gli vengono offerte, senza alcuna facoltà di stabilire la collocazione o la distribuzione del monte ore, né possibilità di condizionare a propria scelta l'organizzazione e la pianificazione dell'orario dell'Istituto scolastico o addirittura di imporne una modificazione, anche con pregiudizio degli altri docenti in servizio.” Queste considerazioni, possono per analogia essere dedotte anche per il personale A.T.A.? Esistono analoghe pronunce alle quali appellarsi per evitare il frazionamento del posto intero?

Grazie sin d’ora.
©2002-2023 Italiascuola.it s.r.l., Via Bernini 22/A - 43100 Parma - e-mail info@italiascuola.it - P.I. 06851861002 Testata giornalistica (Reg. al Trib. di Roma n. 120/2002 del 27 marzo 2002) ISSN 2465-2504.
Direttore responsabile: Ruggero Cornini. Ente accreditato per la formazione del personale della scuola con Decreto MIUR del 10-07-2009
Sede legale
Viale del Policlinico n. 129/A Roma (RM) - Iscritta al Registro Imprese di: ROMA C.F. e numero iscrizione: 06851861002 Iscritta al R.E.A. di ROMA al n.994736 Capitale Sociale sottoscritto: 100.000 Interamente versato Partita IVA: 06851861002

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella COOKIE POLICY.

Gentile utente, se vede questo messaggio è possibile che ci sia un problema con l’account che sta utilizzando per accedere a Italiascuola.it.

Per verificare che abbiate un utente abilitato, cliccate sul vostro nome in alto a destra. L'account abilitato sul quale cliccare presenterà l'icona "ITLS" sulla sinistra.

Se siete abbonati ai servizi telematici di Italiascuola.it, la prima volta che accedete al nuovo sito dovete inserire le vostre vecchie credenziali (username e password) e seguire la procedura di conferma dati. Troverete le istruzioni utili per eseguire l’autenticazione qui. Se avete già effettuato il primo accesso al nuovo sito e non riuscite più a entrare, oppure se non siete abbonati e volete scoprire come si fa, scriveteci pure a info@italiascuola.it e vi aiuteremo. Grazie!